DELLED - Sistemi di illuminazione a led
DELLED - Sistemi di illuminazione a led

FARETTO a LED

Come ogni tecnologia che nasce e si sviluppa nel tempo, anche la tecnologia del LED ha raggiunto livelli di affidabilità ed efficienza tali da essere la fonte di illuminazione più conveniente sotto tutti i punti di vista.

Possiamo confermare con certezza che oggi la tecnologia del LED permette davvero di illuminare qualsiasi area o spazio che si voglia nel modo più appropriato. Il mercato offre ogni tipo di soluzione, a noi resta solo l’imbarazzo della scelta e spesso si resta spaesati di fronte alla vastità dei prodotti.

In questa breve guida pratica cercheremo di dare un’idea su come andrebbe “usata” la tecnologia del LED per illuminare casa nostra, il nostro negozio, il nostro ufficio o il nostro giardino… descriveremo quindi le caratteristiche principali di un modulo a LED più comunemente chiamato FARETTO A LED.

Il termine FARETTO A LED è ormai inflazionato e comprende una vasta tipologia di corpi illuminanti. Per corpo illuminante si intende una qualsiasi fonte di illuminazione che comprenda la  meccanica, la scocca esterna e l’elettronica composta dal LED e dal circuito che lo alimenta.

All’interno dei corpi illuminanti si possono fare suddivisioni come FARETTI, BARRE, LAMPIONI, LAMPADE ecc… questa guida spiegherà le caratteristiche comuni a tutti i corpi illuminanti e utilizzeremo, per comodità, il termine FARETTO A LED in più situazioni.

Facciamo una prima distinzione tra il FARETTO A LED e la LAMPADINA A LED, quest’ultima è sicuramente la soluzione immediatamente più economica per creare un sistema di illuminazione a led, ma non è certamente una soluzione professionale e non può garantire un’efficienza elevata. Diciamo che, per quel che ci riguarda, l’acquisto di una LAMPADINA A LED può avere senso nei casi in cui si voglia mantenere la struttura dell’intera lampada senza modificarla in alcun modo, come per esempio, un antico lampadario o un’abatjour. Capirete meglio queste affermazioni leggendo l’intera guida.

Di seguito alcuni esempi di LAMPADINE A LED

Esempio di un'altra lampadina a LED da confrontare con un faretto a led Nei faretti a led spesso vengono montate lampadine a led Una lampadina a led facilmente reperibile nei negozi specializzati Lampadine a led con dissipatore


Come si vede dalle immagini, le LAMPADINE A LED sono lampadine con attacchi standard che si possono trovare in qualsiasi centro commerciale, ferramenta, negozi di illuminazione o negozi di bricolage e il loro costo può variare dai 5 euro ai 50 euro.
Chiusa la dovuta premessa sulle LAMPADINE A LED passiamo ora ai FARETTI A LED.

Dunque… il LED, che cos’è? Come funziona? Perché si dice che è freddo? E’ vero che fa tanta luce e consuma poco? Costa tanto, perché allora si dice che conviene? Perché si trovano FARETTI A LED, apparentemente uguali con differenze di prezzo importanti?

Partiamo con la cosa più semplice, il LED, vediamolo:

Esempio di un classico led Esempio di un led che viene installato all'interno di un faretto led Un altro led che può essere installato in un faretto a led Led moderno installabile nei faretti a led


Senza entrare nello specifico, consideriamo che il LED va montato molto spesso all’interno di un circuito elettronico ovvero un circuito stampato e il tutto deve essere alimentato con una tensione che difficilmente supera i 24V (per dare un’idea di ordine di grandezza, la tensione che comunemente abbiamo in casa nostra è pari a circa 230V).

Come ogni apparecchio o circuito elettronico, siccome parliamo di tensioni elettriche e correnti elettriche, parliamo anche di surriscaldamento del circuito stesso e questo può diventare molto pericoloso nel momento in cui superi certe soglie o sia prolungato nel tempo.
Pensiamo al nostro computer, al suo interno ci sono circuiti elettronici sui quali troviamo nella maggior parte dei casi delle ventole che spingono l’aria per dissipare il calore e mantenere la giusta temperatura durante il funzionamento del pc.

Diventa quindi fondamentale, al momento della scelta del FARETTO A LED, la presenza al suo interno di un dissipatore adeguato per mantenere la giusta temperatura e garantire quindi una lunga durata del LED.

Chi sceglie il dissipatore? Perché in alcuni FARETTI A LED non si vede? E soprattutto, come si fa a capire se un dissipatore è adeguato al LED?

Esistono diversi tipi di dissipatori, i più comuni sono in alluminio mentre in alcuni casi è la meccanica stessa (la lampada intesa come involucro che contiene al suo interno il LED e il circuito elettronico) che funge da dissipatore.

Di seguito alcuni esempi:
Esempio di dissipatore per faretto led Altri dissipatore di varie dimensioni per faretti a led Classico dissipatore per led a basso profilo

La scelta del dissipatore viene fatta dal produttore del FARETTO A LED, questo dovrà tenere conto di:
  • Potenza del LED installato
  • Luogo in cui andrà installato il FARETTO A LED
Presi in considerazione questi fattori, il dissipatore verrà realizzato progettando la sua dimensione, la sua forma e scegliendo il suo materiale.

Di norma, se parliamo del classico dissipatore in alluminio, maggiore sarà la sua superficie di contatto con l'aria, maggiore sarà la sua dissipazione, quindi in sostanza possiamo tranquillamente dire che una prima valutazione sulla qualità del FARETTO A LED che vogliamo acquistare la si può fare a “occhio”.

Alcuni esempi di FARETTI A LED con dissipatore chiaramente in vista, in genere sono FARETTI A LED da incasso:
Tre faretti a led con dissipatore Esempio di faretto led con grosso dissipatore a vista Esempio di barra led con dissipatore Altro esempio di un faretto a led con dissipatore

Per il produttore di FARETTI A LED, il dissipatore influisce notevolmente sul costo di produzione del FARETTO stesso e di conseguenza maggiore sarà il prezzo di vendita del FARETTO A LED.
Viene spontanea una domanda: come è possibile che esistano FARETTI A LED standard venduti al pubblico senza nessuna valutazione del luogo in cui verranno installati?
La risposta è semplice, nella maggior parte dei casi non viene preso in considerazione questo fattore e il produttore installa un dissipatore che ritiene adeguato solo basandosi sulla potenza del LED installato e dando per scontato una temperatura ambiente costante. Per una soluzione professionale è però fondamentale un sopralluogo per effettuare una corretta analisi e una conseguente scelta del dissipatore per la progettazione del FARETTO A LED.
Lo stesso discorso si può fare per la scelta del LED da installare all’interno del FARETTO A LED: esistono infiniti tipi di LED sul mercato e non stiamo qui ad elencare tutte le caratteristiche che li contraddistinguono, ma ci limiteremo a chiarire solo un paio di aspetti.

Primo tra tutti, la temperatura di colore ovvero la tonalità della luce che si misura in Gradi Kelvin. Si sente parlare di luce calda e luce fredda e questo, chiariamolo una volta per tutti, non indica un surriscaldamento del LED ma bensì una tonalità di luce emessa: più la luce è calda e più tenderà ad essere gialla, più la luce sarà fredda e più tenderà al bianco. La scelta, in questo caso, è esclusivamente dettata dal gusto personale di chi acquista il FARETTO A LED.

Un altro fattore importante da valutare nella scelta del LED è la sua potenza, traducibile in parole povere nella quantità di luce emessa. Potenze più alte garantiranno più luce con conseguenti consumi maggiori (siamo comunque lontani dai consumi delle classiche lampadine a incandescenza o risparmio energetico). Anche in questo caso un sopralluogo consentirebbe un corretto calcolo delle potenze e dei punti luce da installare, infatti può convenire installare più FARETTI A LED a bassa potenza rispetto al singolo FARETTO A LED con un elevata potenza.

Altro dato che viene fin troppo citato quando si parla di LED è la durata che varia dalle 50.000 ore alle 100.000 ore. Sfatiamo immediatamente questo mito, un LED potrebbe durare molto di più o molto meno di 50.000 ore ma non si può sapere a priori, dipende sicuramente tanto dalla corretta dissipazione di cui abbiamo già parlato e altrettanto dalla qualità del LED e dell’elettronica sul quale viene installato e qui, diciamolo chiaramente, non possiamo fare altro che fidarci del costruttore. Come per qualsiasi altro prodotto tecnologico che acquistiamo, un prezzo nettamente basso non è mai sinonimo di qualità, il nome del produttore e la provenienza piuttosto possono darci importanti indicazioni, per il resto… dobbiamo basarci sulla fiducia.
In sintesi, la scelta del FARETTO A LED adatto alle nostre esigenze, non è sicuramente una scelta facile. Bisogna abbandonare il vecchio concetto di lampadario al centro della stanza con una o più lampadine che cambiamo in base a quanta luce vogliamo e aprirsi al concetto di diffusione corretta della luce nell’ambiente.

Una soluzione professionale consente di poter ottenere la migliore “luce” per il nostro ambiente, che sia uno spazio di lavoro o un’abitazione e questo ci farà risparmiare nel tempo in termini di manutenzione, di consumi energetici e di salute, basti pensare alla nostra vista.

Una soluzione professionale deve basarsi su un sopralluogo dell’ambiente da illuminare e in seguito ad un’analisi approfondita dello stesso per capire quali sono i punti in cui concentrare maggiormente la luce ed eventualmente punti che si posso trascurare, dopodiché per mezzo di calcoli illuminotecnici, si determineranno il numero, la posizione, il tipo e la potenza di ogni FARETTO A LED.

Diffidare da chi vende prodotti a basso costo, sempre a patto che non siano proprio quelli che cercate, ma a questo punto diffidate dalla durata dichiarata.
Joomla SEF URLs by Artio

www.delled.it
born, designed and manufactured in ITALY